Green Pass università e studenti dicono di no

Scelte di alcuni rettori contestate da professori e studenti

Università degli Studi di Torino - Cortile del Rettorato porticato

Intervista alla studentessa Veronica Duranti a cura di Crescere Informandosi

Università in subbuglio per la recente decisione del governo di rendere obbligatorio il Green Pass sia per gli studenti che per i professori.
Con il rischio di vedersi privati della normale e tradizionale attività universitaria, fondata su lezioni, esami, incontri ed altro, sempre in presenza, gli studenti ed i professori si ribellano e Veronica Duranti ci spiega cosa sta accadendo e perché.
Un grosso seguito in questa battaglia da tutte le Università d’Italia ed anche da professori e colleghi vaccinati, ma nonostante questo la strada risulta essere estremamente ardua.
Da chi è costituito questo movimento di studenti? Ci sono rischi di infiltrazioni? Cosa rivendicano in realtà? Sono disposti a farsi un tampone ogni 48 ore’ Esiste ancora il diritto allo studio? Come si può attendere di fare un esame in presenza chiusi nel bagno dell’università? Quale segnale dopo quanto accaduto all’università di Trieste?
Queste e molte altre le domande e gli aspetti affrontati in questa intervista.

Buona visione

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Abbonati alla rivista

Sovranità Popolare è un mensile, 32 pagine di articoli, foto, ricerche, analisi e idee. Puoi riceverlo comodamente a casa o dove preferisci. E' semplice, iscriviti qui.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*