E’ morto Kissinger

L'uomo adatto per ogni capriccio di Washington

Kissinger & Meloni

di Loreto Giovannone

Henry Kissinger, nato Heinz Alfred Kissinger, è un politico e diplomatico statunitense di origini ebreo-tedesche. Un mio amico ha fatto una battuta molto attinente: “Gli illuminati non hanno mai rispettato la vita umana. Si considerano illuminati dal “portatore di Luce”. Kissinger ha fatto la storia di oltre metà secolo del ‘900, muore a 100 anni, di cui oltre la metà ai vertici della politica americana e occidentale.

Kissinger e Vileda E Kissinger disse a Videla: «Fate in fretta» 

Dalla Guerra Fredda dei due blocchi alla guerra combattuta per quei tanti popoli che l’hanno subita e la stanno ancora subendo; anni di golpe, interventi militari ed invasioni, anni di Bildelberg, anni di qualche milione di morti causati dall’Imperialismo di cui “il grande statista”, santificato in questo momento dal mainstream era e sarà sempre simbolo ed Esempio per l’èlite. Uno spietato esecutore politico, il cameriere più fidato forse ammesso a partecipare al “banchetto” del potere occulto e sterminatore, potere che mai ammette le masse se non sono “l’agnello sacrificale”, e mai sarà equo, altrimenti non sarebbe tale. Kissinger se ne va in un momento cruciale della Storia, ha comunque avuto modo di appurare il crollo del mondo per cui lui ha dato corpo e anima, se ne va franando insieme ai suoi successori con il sistema che lui in prima persona ha contribuito a creare.

Kissinger

Tanto per avere contezza dello statista lo accompagniamo con un ultimo ricordo delle guerre Usa durante la sua era: – Corea e Cina (1950-53) (guerra di Corea) – Guatemala (1954) – Indonesia (1958) – Cuba (1959-1961) – Guatemala (1960) – Congo (1964) – Laos (1964-1973) – Vietnam (1961-1973) – Cambogia (1969-1970) – Guatemala (1967-1969) – Granada (1983) – Libano (1983, 1984) (colpendo obiettivi nei territori del Libano e della Siria) – Libia (1986) – Salvador (1980) – Nicaragua (1980) – Iran (1987) – Panama (1989) – Iraq (1991) (Guerra del Golfo) – Kuwait (1991) – Somalia (1993) – Bosnia (1994, 1995) – Sudan (1998) – Afghanistan (1998) – Jugoslavia (1999) – Yemen (2002) – Iraq (1991-2003) (forze congiunte americane e britanniche) – Iraq (2003-2015) – Afghanistan (2001-2015) – Pakistan (2007-2015) – Somalia (2007-2008, 2011) – Yemen (2009, 2011) – Libia (2011, 2015) – Siria (2014-2015).

A noi tutti le incognite che già presenta il futuro.

https://archivio.quirinale.it/aspr/fotografico/PHOTO-003-020628/presidente/giorgio-napolitano/il-presidente-giorgio-napolitano-henry-kissinger-franco-frattini-e-john-elkann-occasione-della-conferenza-indetta-dall-aspen

Avremo il tempo nell’immediato ad assistere alla valanga di articoli e libri che la propaganda rovescerà ovunque già da oggi.

Print Friendly, PDF & Email

Abbonati alla rivista

Sovranità Popolare è un mensile, 32 pagine di articoli, foto, ricerche, analisi e idee. Puoi riceverlo comodamente a casa o dove preferisci. E' semplice, iscriviti qui.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*