Patto Julian Assange

Non si arresta la censura dei colossi del web, sempre più padroni e meno “piattaforma di servizio”

In queste ore il bersaglio è Informal TV di Matteo De Micheli.

L’accellerazione della censura è iniziata con la chiusura per circa 24 ore del canale, Youtube, di Radio Radio.

Da qualche mese è finito nel mirino dei censori Byoblu, per cui sono stati oscurati diversi video e la censura dell’intervento dell’on. Sara Cunial, sempre ad opera del canale YouTube è la prova, la pistola fumante.

Algoritmi a caccia di parole “vietate”, funzionano? Sono efficaci?

Noi non ci fidiamo.

Sovranità Popolare membro, del Patto di Julian Assange, difende Informal TV – L’informazione libera

I video censurati, in cui si trattava di tematiche legate alla pandemia, in particolare clorochina, idrossiclorochina, ozono, scandalo Surgisphere e altro potete vederli anche voi. Ecco il lavoro di De Micheli in cui spiega nel dettaglio cosa stà accadendo

Abbonati alla rivista

Sovranità Popolare è un mensile cartaceo, 32 pagine di articoli, foto, ricerche, analisi e idee. Puoi riceverlo comodamente a casa o dove preferisci. E' semplice, iscriviti qui.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*