Benvenuti sul portale di SOVRANITÁ POPOLARE.

L’impresa eccezionale: siamo tutti editori!


Scarica l’estratto di Sovranità Popolare | N.00


“Con i popoli europei, che fare.”

Modesta proposta al Governo italiano

di Maurizio Blondet

È interesse sommo del Governo italiano, del popolo italiano, e di tutti i popoli europei, affrontare di petto e nel profondo il tema delle riforme delle regole di convivenza in Europa. Tutti sanno quanto siano necessarie, nessuno entra nel merito!

Continua a leggere..


Sostenibilità e proponibilità dei 5 scenari che si delineeranno in Europa nel biennio 2019-2020

di Antonino Galloni

Caos in Europa

1.INVARIANZA DELLA SITUAZIONE ATTUALE.
Tale prima ipotesi conduce alla insostenibilità sociale assoluta ed alla insostenibilità finanziaria relativa.
La insostenibilità sociale dipende dall’architettura dell’euro; esso, infatti, é stato introdotto per un modello economico prevalentemente – se non esclusivamente – orientato alla ricerca di competitività.

Continua a leggere…


Rivoluzionare l’Europa – non facciamo gli struzzi!

di Guido Grossi

È un pensiero irresponsabile quello che rifiuta di vedere le tensioni che stanno già esplodendo, in Europa, e rischiano di diventare incontrollabili.
Eppure, il seguente pensiero: “l’Unione europea non è riformabile nella sua essenza”, è un pensiero tanto ingenuo, quanto diffuso.
L’idea va messa oggi alla prova: il pensiero “unico” da cui discende, trasversale alle élite europee, è in crisi evidente.

Continua a leggere…


La Costituzione Economica: un tema di nuovo attuale

di Luigi Pecchioli

Quello che sta accadendo nel panorama politico e culturale italiano, con la rinascita di un pensiero meno direttamente “europeista” e più agganciato all’interesse nazionale, visto come prerequisito per potersi parlare successivamente di uno sviluppo di un corretto e sano europeismo, sta portando a riscoprire quella parte della Costituzione, diciamo meno “frequentata” ultimamente dai commentatori, ovvero quella dei diritti sociali. Continua a leggere….


Moneta Fiscale per rimettere in moto l’economia

di Marco Cattaneo

Il nuovo governo M5S – Lega deve affrontare con la massima determinazione i gravissimi problemi che affliggono l’economia italiana. Nonostante nel 2017 abbia fatto registrare una crescita dell’1,5%, il PIL reale (corretto per l’inflazione) è stato ancora inferiore di 100 miliardi ai livelli del 2007 – dieci anni prima! E i segnali attuali sono di rallentamento. Continua a leggere…


L’evoluzione storica delle norme e dei trattati, sono in linea con la nostra Costituzione?

di Filippo Abbate

L’art. 47 della Costituzione “La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito” ha radici storiche profonde e sancisce il legame tra Repubblica e cittadini, risparmio e banche, credito e imprese. Continua a leggere…


Verso un nuovo modello di società, verso un Nuovo Rinascimento Mediterraneo.

di Tiziana Alterio

Siamo in un tempo di naufragio. Il modello occidentale capitalistico e la stessa Europa, che ha totalmente sposato e promosso questo modello, sta navigando in acque molto tempestose. Continua a leggere…


Cosa significa essere “europeista”?

di Davide Gionco

Il termine “europeista” è ambiguo.
Il significato dipende fortemente dall’opinione di chi lo usa.
Che l’Italia sia in Europa non è una scelta politica, è un dato geografico, storico e culturale. Innegabile.
Il concetto poco evidente a molti, ma molto chiaro a noi, è che “Europa” non coincide con l’istituzione “Unione Europea”. Continua a leggere…


Libertà e informazione

di Claudio Messora

www.byoblu.com

Viviamo nella migliore delle società possibili? Il progresso è sinonimo di miglioramento? Abbiamo più
libertà oggi di quante non ne avessimo in passato? Sono domande alle quali la sensibilità comune tende a
dare risposte scontate: oggi siamo finalmente liberi, le grandi democrazie occidentali garantiscono i nostri
diritti fondamentali, concorriamo alla vita pubblica attraverso libere elezioni e così via. Continua a Leggere…

Tutta colpa del colonialismo?

di Ilaria Bifarini

E’ stato stimato che, dalla metà degli anni Novanta, circa sessanta paesi in via di sviluppo siano diventati più poveri in termini di reddito pro-capite rispetto a quindici anni prima e in alcuni casi a venticinque anni prima. Continua a leggere…

Moneta parallela, diritto sovrano

di Nicoletta Forcheri

Una moneta parallela non denominata in euro, chiamata “buono”, emessa da Tesoro ed enti pubblici, oppure da CDP, dalle Poste – che già emettono i « valori bollati » – o da banche cooperative pubbliche, non a corso legale ma facoltativa, emessa seguendo determinati criteri precisi che rientrino nell’ambito degli aiuti sociali e/o di emergenze d’integrità territoriale, che serva come strumento di pagamento, oltre che di beni e servizi per: la sanità, le multe, il canone, i servizi dello Stato e o dei Comuni laddove ci sia ancora un servizio pubblico e altre tasse che non siano nel circuito per il pagamento del debito pubblico. Continua a Leggere…

Cum grano salis

di Guido Grossi

Vignetta di Marco Fusi

Sono almeno quarant’anni che ci siamo distratti dalla gestione della cosa pubblica, (noi italiani, ma non solo), apertamente invitati ad “andare al mare” ed a “lasciar fare ai mercati”. Dopo la caduta del muro di Berlino, poi, “ce lo ha chiesto l’Europa”. Salivano le borse, il credito arrivava facile, aprivano sfavillanti supermercati a propinarci, con prezzi accessibili, i nuovi gadget tecnologici e meraviglie da tutto il mondo. Continua a leggere…

AUTONOMIA DELLE REGIONI DEL NORD (e Stati Uniti d’Europa)

di Guido Grossi

Lo sai? Te lo raccontano i telegiornali che il ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie sta elaborando in un testo “top secret” una profonda Riforma delle autonomie regionali, ma pensata solo per tre regioni del nord: Emilia, Veneto e Lombardia? Continua a leggere…

Prendere i popoli per la gola. L’attacco ai semi, pilastro della sovranità alimentare.

di Teodoro Margarita

Uno dei primi atti del governatore americano Paul Bremer quando l’Iraq venne completamente sconfitto, fu quello di non permettere più, con apposita ordinanza, ai contadini della Mesopotamia di riseminare i propri semi come erano usi fare da circa ventimila anni. Continua a leggere…

Attenzione verso l’ambiente, presenza e assenza dell’uomo e delle sue costruzioni.

di Antonella Grana

Dopo svariati viaggi e soggiorni nei territori dei Sibillini colpiti dal sisma, in particolare tra Umbria e Marche, tento di tirare un po’ le fila di quanto “sperimentato” in loco in relazione a territorio e cultura. Continua a leggere…

Pesticidi e fertilità

di Laura Scalabrini

I frutti della terra sono malati, compromessi nella loro fisiologia, nella loro spinta vitale, irrimediabilmente manipolata fin nella profondità delle radici.
La tragica trasformazione dell’agricoltura porta, come conseguenza, la produzione di un cibo che provoca malattie agli uomini e agli animali, distrugge il suolo e contamina le acque superficiali e sotterranee. Continua a leggere…



NASCE LA SOVRANITÀ POPOLARE – Guido Grossi

Nasce il N.00 della rivista di Sovranità Popolare APS