da Ri (nuovamente) e Bellum (guerra): fare nuovamente la guerra.

Non è ciò di cui abbiamo bisogno, una guerra, ma non possiamo neppure ingoiare in silenzio le FALSITÀ e le INGIUSTIZIE che le persone nelle istituzioni continuano a raccontarci imperterrite ANCHE ATTRAVERSO IL SERVIZIO PUBBLICO DELLA RAI: “dobbiamo rassegnarci alla povertà, alla disoccupazione, alle privatizzazioni, alla riduzione dei servizi… perché sono finiti i soldi ed i conti non tornano”!!

Non uno che abbia il coraggio della VERITÀ: il Potere è stato consegnato, grazie ai Trattati europei, ad un sistema finanziario privato e sopra nazionale che nei soldi, letteralmente, ci affoga. TUTTI LO VEDONO.

Li nega alla Politica ed all’Economia Reale, quei soldi, mentre li usa per gonfiare la bolla speculativa più grande della storia dell’umanità.
Ci sostiene un sistema di DEBITO MONDIALE (sostanzialmente privato) che non ha alcuna legittimità e che non sarà mai ripagato, perché non è materialmente possibile!
Debito, per controllare la Politica.
Debito, per rendere schiavi.

Debito, per obbligare a svendere: i propri beni, la propria anima.

NON SOPPORTO più la litania IPOCRITA della riforma dei Trattati Europei, cantata più o meno da tutte le forze politiche in campo!

Come puoi sostenerla, sapendo che le Élite che li hanno scritti non hanno alcun interesse a cambiarli, SE NON A PROPRIO VANTAGGIO?

Élite saldamente al potere NELLA MAGGIORANZA DEGLI STATI CHE DOVREBBERO SOTTOSCRIVERE ALL’UNANIMITÀ QUEL CAMBIAMENTO. Maddai!

Non mi dà alcuna gioia sapere che queste persone (le élite, i loro lacchè, i codardi e gli ipocriti) sprofonderanno nell’inferno. Questo è certo, ma non consola.

Tocca fare qualcosa qui, ora, sulla Terra. Per noi stessi.

Senza Rabbia e Violenza, va bene, ma senza Paura e con il Coraggio dalla Verità, che pretende Azione.

Una cosa relativamente semplice, ad esempio, si potrebbe fare: smettere di pagare il canone ad un servizio pubblico che non trova le palle per liberarsi dal giogo dei mercati privati!

Pagare all’ente che eroga il servizio elettrico (riscossore del canone) tutto, TRANNE LA QUOTA DESTINATA AL CANONE RAI, dichiarandolo. Per cominciare

2 thoughts on “Ribellarsi

  1. Le congratulazioni ti sono dovute,soprattutto per le scelte di vita ,non da meno per l’ ottimo lavoro che stai portando avanti , ma penso che serva una maggiore spinta esponenziale , visto lo stato di manipolazione che il popolo subisce ininterrottamente a tutte le latitudini ,conoscendo la tua risposta ; Ma tu cosa fai ? Purtroppo al momento , precarie condizioni di visus ,mi vietano coinvolgimenti . Ma infinita stima ,e i ringraziamenti li devo tutti, buon lavoro . Michele Tafaro .

    1. Ciao Michele
      anche tu partecipi, seguici e suggerisci, proponi, scegli il modo e il tempo che vuoi
      A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *