E continuavano a chiamarli…. krukki

Sono consapevoli che se usciamo dalla gabbia UE, sono finiti e ritorneranno le due germanie, e quindi approfittano di un simile momento per azionare e vendere cospicue tranche di titoli di debito (BTP) italiani. Stesso giochino del 2011 che costò il golpe al governo Berlusconi , e la testa del ministro Tremonti che unico  in parlamento lo disse! Onore al merito (unico a dire il vero)

Commerzbank la seconda banca tedesca ha iniziato a vendere i titoli di stato italiani

Questo equivale ha una dichiarazione di guerra all’Italia.

Con questo “giochino” aumenta lo spread e sarà più semplice e conveniente comprare a saldo quel poco che è rimasto dell’Italia, prima di fagocitare il risparmio privato.

SIETE Senza scrupoli e individui coprofagi, mi verrebbe da dire.

Ma, sempre e soprattutto ora a tutti i “buonisti” della finta sinistra, non comunisti,

avete capito cosa significava quando i vostri amici politici servi dicevano bisogna attirare il capitale straniero?

VE LO HO DETTO IN TUTTE LE SALSE E ORA ?….. sarebbe da prendervi a calci nelle terga.

L’Italia muore, gli italiani soffriamo pene indicibili, una nuova guerra tra poveri e impoveriti si affaccia in questi giorni e l’unica cosa che sento da esponenti  dichiaratamente di sinistra (non comunisti) affermare che nei moduli per l’autocertificazione manca la locuzione al femminile per la parità di generi?

Vi comunico, che la gente non mangia, i bambini non possono fare colazione con almeno una tazza di latte, famiglie recluse in 20 mq, la rabbia monta, e i prezzi per i generi di prima necessità pure, senza controllo alcuno.

Chi può si faccia ascoltare da chi vive nei palazzi ovattati, e ricordate sempre “se non hanno fame che mangino le brioches”, una frase non vera, ma che evoca fantasmi del passato.

Vorrei vivere in una Italia in pace democratica e solidale, ma che la pace sia anche nei cuori e nelle coscienze di chi non vuol capire che DIO, se non gli uomini vi perdonino. Per aspera ad astra

Abbonati alla rivista

Sovranità Popolare è un mensile cartaceo, 32 pagine di articoli, foto, ricerche, analisi e idee. Puoi riceverlo comodamente a casa o dove preferisci. E' semplice, iscriviti qui.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*