In USA la FED trasformerà 454 miliardi di dollari in 4.000

Con l’aiuto della Federal Reserve, il governo trasformerà un pacchetto di spesa da 500 miliardi di dollari in una botta da 4’000 miliardi di dollari per l’economia degli Stati Uniti

di Jeanna Smialek per il New York Times
(traduzione di Marcello Pilato)

La banca centrale prende garanzie sui prestiti del Dipartimento del Tesoro e le usa per sostenere programmi enormi. Ecco come funziona.

Il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha un punto di discussione preferito: con l’aiuto della Federal Reserve, il governo trasformerà un pacchetto di spesa da 500 miliardi di dollari ( che si sta facendo strada nel Congresso) in una botta da 4’000 miliardi di dollari per l’economia degli Stati Uniti.

La risposta sta nelle autorità di prestito di emergenza della banca centrale, assegnategli dal Federal Reserve Act. Quando la Fed dichiara che le circostanze sono insolite ed esigenti e il Tesoro firma, può istituire programmi speciali che essenzialmente acquistano debito da grandi e piccole imprese o ne estendono i loro prestiti. 

La Fed potrebbe semplicemente stampare i soldi per sostenere quel prestito, ma evita di assumersi il rischio di credito, quindi chiede finanziamenti del Tesoro per assicurarsi contro le perdite. Ma quei dollari dei contribuenti possono essere sfruttati: poiché la Fed si aspetta che la maggior parte dei mutuatari li restituisca, non ha bisogno di un supporto individuale. Di conseguenza, con soli 10 miliardi dal Tesoro possono sostenere 100 miliardi di prestiti della Fed. 

Ed ecco: la cifra stabilita dal Congresso di 454 miliardi di dollari dedicata ai programmi della Fed nel programma di aiuti per il coronavirus può essere moltiplicato più volte. Un pacchetto separato di 46 miliardi andrà a settori specifici.

Ecco come funzionano i meccanismi e chi potrebbe ottenere i soldi:

Cosa c’è nel programma?

Il Congresso ha assegnato almeno 454 miliardi di dollari al Tesoro specificamente per sostenere i programmi della Fed. Con alcune condizioni: ad esempio alle società che ottengono prestiti diretti garantiti da finanziamenti del Tesoro potrebbe essere impedito di pagare dividendi o di riacquistare azioni. Mnuchin è anche tenuto a spingere la Fed a istituire programmi specifici, incluso uno che aiuti le medie imprese.

Altri 46 miliardi di dollari nella legge saranno destinati a settori specifici, comprese le compagnie aeree. La Fed non sarà coinvolta in quella serie di prestiti.

Chi li ottiene?

Il Ministero del Tesoro e la Fed lavoreranno insieme per decidere come distribuire i 454 miliardi. La banca centrale progetta ed esegue i programmi, ma il Ministero del Tesoro consulta il profilo generale e deve firmare su qualsiasi piano.

La Fed ha già annunciato una serie di programmi di prestito di emergenza nelle ultime settimane, tra cui uno a sostegno degli emittenti di debito societario e un altro inteso a mantenere il flusso di denaro nel mercato dei prestiti alle imprese a breve termine . Ha detto che istituirà una struttura di prestito “Main Street” per le piccole imprese, anche se i dettagli su come apparirà sono scarsi.

La Fed sta anche indirettamente aiutando il mercato del debito locale attraverso una struttura, e alcuni economisti hanno ipotizzato che potrebbe andare oltre acquistando obbligazioni statali e locali in una misura di emergenza. La legge incarica il signor Mnuchin di spingere per un programma a sostegno dei prestiti statali e locali, qualcosa che i legislatori hanno a lungo chiesto a gran voce.

Il fondo del Tesoro utilizzato per sostenere tali sforzi contiene solo 94 miliardi, quindi i soldi approvati dal Congresso spianerebbero la strada ad un serio ridimensionamento.

A seconda di quanto viene sfruttato il denaro – il che a sua volta dipende dal rischio di credito dei programmi che sostiene – potrebbe tradursi in migliaia di miliardi per il supporto temporaneo per le aziende e le amministrazioni locali. Mnuchin ha stimato in più occasione la immissione a circa 4’000 miliardi. (Potrebbe essere più grande ora: quando ha fatto questa stima, l’assegnazione del congresso era di 425 miliardi.)

Sembrano un sacco di soldi.

Vale la pena notare che questa configurazione non necessariamente pomperà 3’500 miliardi di dollari di denaro in monopolio permanentemente nell’economia.

Quando concede un prestito, la Fed immette temporaneamente nuovi dollari nel sistema finanziario. Ma quel prestito deve essere rimborsato con gli interessi, risucchiando i fondi. Quando la Fed acquista obbligazioni utilizzando i suoi poteri di emergenza, toglie un’attività dal sistema in cambio di denaro della banca centrale.

Alla scadenza, il denaro deve essenzialmente essere prelevato dal sistema bancario privato e restituito alla Fed“, ha affermato Matthew Luzzetti, capo economista degli Stati Uniti presso Deutsche Bank.

Detto questo, può essere difficile ritirare tutto il denaro una volta che è stato creato. La Fed ha gonfiato in modo significativo le sue partecipazioni durante e dopo la crisi finanziaria del 2008. Ha lottato per ridurle di nuovo, lasciando riserve in sospeso – depositi della banca centrale che aveva usato per acquistare obbligazioni – permanentemente più alte.

Perché la Fed non può farcela da sola?

Alla Fed è legalmente vietato il prestito a società fallite ed evita il prestito a imprese a rischio senza backup. Ciò è in parte dovuto al timore di perdere denaro sui prestiti e di affrontare ripercussioni politiche, affermano gli avvocati che studiano la questione.

Potrebbe sembrare sciocco. La Fed non è una banca ordinaria: crea denaro con il semplice tocco di un pulsante digitale. Se non viene rimborsato, non cesserà l’attività. Ma se subisse una perdita significativa, significherebbe che la banca centrale aveva cercato di sostenere le società in fallimento piuttosto che semplicemente sforzarsi di migliorare il funzionamento del mercato in una crisi temporanea di liquidità. È compito della Fed favorire gli scambi commerciali.. Non ha invece il compito di scegliere fra vincitori e vinti.

Le perdite sembrano davvero molto gravi“, ha dichiarato Kathryn Judge, professore alla Columbia Law School, in una e-mail. “La maggior parte delle persone si trova a proprio agio con la Fed che fornisce liquidità, anche molto, per mantenere il funzionamento dei mercati“.

Se la Fed si assume un rischio, ma il Tesoro sostiene almeno il primo round di perdite, significa che il governo  sta accettando il piano. Ciò pone un’apparenza di responsabilità sull’intera impresa, offrendo una copertura ai banchieri centrali non eletti.

È un salvataggio?

Mentre 46 miliardi di dollari di finanziamenti stabiliti dal Tesoro andranno a settori specifici, è probabile che il denaro legato alla Fed venga utilizzato in modo più ampio.

Finora i programmi di emergenza della Fed vanno a beneficio di ampi gruppi: la Fed sta acquistando obbligazioni societarie di alto livello, ad esempio, perché tale debito era diventato difficile da emettere o rinnovare, minacciando di soffocare finanziamenti a una vasta gamma di società.

L’obiettivo è mantenere operativi i mercati messi in difficoltà dalla crisi del coronavirus.

Il governo è entrato in scena in modo drammatico ed ha di fatto nominato il Tesoro come sostituto della Federal Reserve“, ha dichiarato Peter Conti-Brown, storico della Fed alla Wharton School dell’Università della Pennsylvania. “La Federal Reserve è diventata il tuo amichevole agente di prestito di quartiere.

I dettagli tecnici.

Quando diciamo che la Fed acquista “essenzialmente” il debito e fa prestiti con i suoi programmi di prestito di emergenza, è perché il modo in cui molte operazioni sono strutturate è un po’ complicato.

Legalmente, la Fed non è autorizzata ad acquistare debito che non è sostenuto dal governo, ma in caso di emergenza può farlo, fintanto che assicura i suoi acquisti. Per raggiungere un certo grado di separazione, istituisce uno strumento per gli obiettivi speciali e poi si presta ad esso, con un quantitativo di denaro del Tesoro che fornisce la sicurezza necessaria. Questo strumento quindi riattiva le obbligazioni o concede prestiti al settore privato.

Vale anche la pena notare che è un grosso problema, nel mondo traballante delle banche centrali, che il Congresso sia pronto a fornire esplicitamente alla Fed così tanto sostegno.

Non conosco nessun altro momento in cui il legislatore ha delegato alla banca centrale una tale autorità di vasta portata per allocare credito“, ha scritto la Judge in una email.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici
Segui il blog e abbonati alla nostra rivista Sovranità Popolare

Abbonati alla rivista

Sovranità Popolare è un mensile cartaceo, 32 pagine di articoli, foto, ricerche, analisi e idee. Puoi riceverlo comodamente a casa o dove preferisci. E' semplice, iscriviti qui.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*