Il distanziamento sociale: che Orrore!!!

Il distanziamento sociale fa un po' impressione, di questi tempi. C'è chi ha combattuto per dare alle persone la libertà di muoversi liberamente senza limitazioni.

di Pietro Mazzuca.

Negli anni settanta, con il Movimento Studentesco Universitario assieme alla classe operaia, e ad un mondo complesso di pacifisti e idealisti, abbiamo tutti assieme COMBATTUTO per ridurre il DISTANZIAMENTO SOCIALE.

Il bene primario per il genere umano è LA LIBERTA’ non la salute, da sempre gli uomini hanno combattuto e sacrificato la propria vita per la LIBERTA’ considerata nella carta dei DIRITTI UMANI SACRA E INVIOLABILE!!!!

Carta straccia, per il nostro pseudo governo guidato da un personaggio autoreferenziale, che mai ha avuto il consenso popolare. Dramma nel dramma di una follia neoliberista che ha contagiato milioni di italiani, salvo poi pentirsi amaramente di non aver pensato in cabina UNO NON VALE UNO!

La crisi sanitaria, evidenzia la fragilità del globalismo, e ne accentua i perniciosi danni in paesi ex ricchi come l’ITALIA, impoverita ma non domata.

Il GOVERNO GIALLO ROSSO, gioca e bene con le parole, ma questa volta ha proprio esagerato  sta lasciando sul campo oltre il resto orrori macroscopici, immagino volutamente, in ordine al corretto uso delle parole, non già dal punto di vista strettamente grammaticale, che per molti di loro resta un territorio inesplorato, come tante altre discipline  letterali e/o scientifiche, o storiche o geografiche (qualcuno attraversa il tunnel del Brennero e altri parlano di Matera in puglia ecc…) bensì per l’utilizzo di ceppi di parole socialmente pericolose.

La cosa che maggiormente mi indigna è far passare un concetto che analizzandolo è TERRIFICANTE si vuol far passare il “DISTANZIAMENTO FISICO” tra persone con un “DISTANZIAMENTO SOCIALE” fra essi, ( per farci abituare all’idea?).

Nessuno evidenzia questa anomalia? Possibile? Tutti complici, anche i pur numerosi prof di italiano?. Rimpiango il maestro Manzi!!!!!!!!!!!!!!!!
Il tutto a mio avviso: Dannoso, sbagliato e controproducente, fuorviante pernicioso.

Studiate, e anche molto, o forse è il primo passo per arrivare alla DISTANZA SOCIALE DI CLASSE? Lecito pensarlo.

Attenti, non si sa mai dove sorgerà la barricata!

Il buon cittadino è quello che non può tollerare nella sua patria un potere che pretende d’essere superiore alle leggi. (Cicerone)
 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici
Segui il blog e abbonati alla nostra rivista Sovranità Popolare

Abbonati alla rivista

Sovranità Popolare è un mensile cartaceo, 32 pagine di articoli, foto, ricerche, analisi e idee. Puoi riceverlo comodamente a casa o dove preferisci. E' semplice, iscriviti qui.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*